Come scegliere il tendalino per la barca

Come scegliere il tendalino per la barca

Il tendalino, un elemento importante. Come sceglierlo?

Quante volte un’uscita in mezzo al lago o al mare finisce male a causa dell’eccessiva esposizione ai raggi solari? Il giorno dopo ci svegliamo di colore aragosta e doloranti. O quante altre volte a causa di un repentino cambiamento climatico e della nuvola fantozziana, siamo costretti a ritornare al porto e a rovinarci l’escursione a metà?

Potremmo risolvere questi problemi scegliendo il tendalino perfetto per la nostra barca. Il tendalino serve a proteggerci dal sole, dalla pioggia, ma anche a darci un’ombra gradevole, una buona visibilità con spazio per la testa, ma anche un’abbondante circolazione d’aria.

Tendina parasole TESSILMARE Shade Master Fish

È anche un elemento importante, dal punto di vista estetico, che fa acquisire alla nostra barca una linea più elegante e completa.

Tutti i modelli di tendalino sono indipendenti per semplicità di montaggio e comprendono guide di installazioni semplici e fai-da-te con istruzioni dettagliate. I tendalini vanno scelti in base alla qualità dei materiali, ma anche tenendo conto delle dimensioni dell’imbarcazione, per questo motivo è fondamentale conoscere la larghezza dello scafo. La lunghezza è la distanza tra i due punti in cui desideriamo fissare gli attacchi. La lunghezza della capottina varia, invece, da modello a modello; l’altezza invece deve permettere alle persone a bordo dell’imbarcazione di stare tranquillamente in piedi.

I tendalini di Pianeta Nautica vengono realizzati con tessuti di qualità marina, come il dacron, poliestere, vinile o il Sunbrella. Per la struttura si può scegliere tra l’inox e l’alluminio, e la scelta di colore va tra il blu ed il bianco, classici colori mediterranei. I tessuti sono resistenti, idrorepellenti, con doppia cucitura per resistenza e durata, prodotti da due partner leader del settore: Tessilmare e Osculati.

Lascia un commento

Chiudi il menu